bonomarzo.info

Crostate di frutta foto

Закрыть ... [X]

Menu

categorie: ,

IMG_4730

 

 

Oggi vi propongo una ricetta che spero vi piacerà e vi sarà utile, quella delle meringhe!

Dovete sapere che avevo ancora degli albumi da smaltire dopo la preparazione dei miei e la gran parte di essi li avevo impiegati per preparare una delicatissima ! Avevo ancora 3 albumi in frigo e non avevo voglia di congelarli. Così ho pensato di realizzare delle sfiziose meringhe, che non avevo mai preparato finora!

Visto il tema natalizio di questi giorni, ho pensato di colorarle e di decorarle con perline colorate! Davvero molto carine, non trovate?

IMG_4737

Io non amo le meringhe nè mai mi sarei sognata di comprarle in pasticceria però devo dire che sono sfiziose da mangiare e assomigliano quasi a dei macarons.

La meringa rappresenta una delle basi della pasticceria, a base di albume di uova e zucchero, due soli ingredienti, ma per ottenere un buon risultato occorre fare molta attenzione a seguire alcuni accorgimenti, sia nella preparazione che nella cottura.

Dicevo, solo due ingredienti ma diversi sono i procedimenti per la preparazione della meringa: infatti, esistono ben 4 tipi di meringhe: la classica, quella svizzera, quella francese e, infine, quella all’italiana. Ho già postato la ricetta della meringa all’italiana di Luca Montersino, oggi tocca alle meringhette, sempre seguendo la ricetta del Maestro!

Le meringhe, dette anche spumiglie, hanno la caratteristica forma di ciuffo, possono essere bianche o colorate ed aromatizzate con aggiunta di cacao, vaniglia, gocce di limone, etc. Le meringhe sono dei buonissimi dolci friabili, che possono essere gustate da sole o utilizzate per decorare torte o gelati. Io vi propongo questa versione, perfetta per Natale!

Vediamo come si preparano..

Ingredienti

  • 100 g di albumi (di circa 2 uova e mezzo)
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di zucchero semolato
  • aromi a piacere (semi di bacca di vaniglia, succo di limone, gocce mandorla amara, etc.)
  • io ho aggiunto anche un pizzico di sale
  • coloranti alimentari a piacere
  • confettini colorati a piacere
  • cacao amaro

Preparazione

Separare gli albumi dai tuorli facendo in modo che non ci siano tracce di rosso d’uovo. Mettere gli albumi nella planetaria e aggiungervi la prima grammatura dello zucchero e montare con la frusta a filo fino ad ottenere una schiuma montata e soda. Ci vorrà qualche minuto a velocità sostenuta.

IMG_4721

Togliere la ciotola dalla planetaria e aggiungere alla montata di albumi e zucchero la seconda grammatura di zucchero semolato, poco alla volta, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola.

IMG_4722

Una volta incorporato tutto lo zucchero, mettere un foglio di carta forno sulla leccarda del forno (io ho bagnato la teglia così la carta forno si fissa meglio) e preriscaldate il forno a 90°.

A questo punto potreste colorare la meringa con i coloranti alimentari. Consiglio quelli in polvere, quelli liquidi smonterebbero la meringa. Inoltre, potrete aromatizzare la meringa con un po’ di succo di limone filtrato, oppure con vaniglia (ad esempio incorporando i semini di mezza bacca allo zucchero semolato) o utilizzando gocce di mandorla, etc. Il succo di limone, anzi, aiuta a sbianchire le meringhe: ne basta un cucchiaino.

IMG_4723

Mettete la meringa in un sac à poche con beccuccio a stella e formare le meringhe, praticando un ciuffo sulla carta forno. Le meringhe è bene che siano tutte della stessa grandezza per fare in modo che la cottura sia uniforme.

IMG_4725

Per quanto riguarda la cottura, in realtà le meringhe non devono cuocere, bensì asciugare, e anche all’interno, senza che si scuriscano dall’esterno. Prima di infornare, ho cosparso le meringhe di perline colorate.

Quindi, cuocete le meringhe a 90° per circa 2 ore e mezza- 3 ore o finchè siano essiccate anche all’interno (dipende anche dalle loro dimensioni chiaramente). Inoltre, durante la cottura infrapporre il manico di una posata tra lo sportello e il forno per favorire la fuoriuscita del vapore e quindi l’evaporazione dell’umidità delle meringhe in cottura. Lo sportello deve, quindi, rimanere socchiuso per tutto il tempo.

Al termine della cottura spegnere il forno, chiudete lo sportello e lasciate raffreddare le meringhe in forno.

In realtà io le ho cotte nel Fornetto estense, quello che cuoce sul gas.

Ho messo il fornetto sul fuoco da caffè, quello da 5 cm, sempre al minimo. Io ho infornato due teglie contemporaneamente, ma dovrete alternarle svariate volte. I fori chiaramente dovranno restare aperti. Se avete un termometro, misurate la temperatura, il mio purtroppo si è rotto e quindi ho fatto un po’ ad occhio. La cottura complessiva è stata di tre ore e in un paio di volte, ho spento il forno temendo che superasse i 90°, e dopo circa 10-15 minuti ho riacceso.

Ecco le mie meringhe! Croccanti all’esterno e asciutte dentro!

IMG_4738

Una volta che le meringhe saranno fredde, potrete sbizzarrirvi a decorarle con cioccolato fuso. Potrete mangiarle così come sono o usarle per decorare i vostri dolci.

Guardate che interno!

IMG_4741

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina   per non perdevi tutte le novità

 

Copyright

Articoli recenti

Tag

formaggio grattugiato

DISCLAIMER

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità stagionale dei prodotti. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.

Archivi

Archivi

- - - -





ШОКИРУЮЩИЕ НОВОСТИ



Related News


Fox news maria molina photos
Telugu bhuvaneswari hot photos
Breast and bra photos
Pam anderson latest photos
Black and white or color photography